Fare impresa nel SOCIALE – Intervista a Michele Silvestroni de “i Bambini delle Fate”

Oggi parliamo con Michele Silvestroni, responsabile area Centro Italia del progetto i Bambini delle Fate, un’impresa sociale a sostegno delle famiglie che vivono la sfida dell’autismo e della disabilità.
Noi di Grottaroli siamo sostenitori del progetto da diverso tempo.

Attraverso un sistema organizzato, strutturato, tangibile e trasparente vengono raccolti fondi e finanziamenti a sostegno di progetti per autismo e disabilità complesse, collaborando con le varie Associazioni Onlus, nelle varie regioni d’Italia.

Michele Silvestroni

 

“Ad oggi stiamo sostenendo – dice Michele Silvestroni – 78 Progetti con altrettante associazioni distribuite in 16 regioni d’Italia e grazie al sostegno di quasi 1000 imprenditori che hanno deciso di “fare impresa nel sociale” con noi, stiamo aiutando 1800 famiglie”.

 

Numeri che parlano da soli e che sono lo specchio di una rete sociale che questo progetto è stata in grado di tessere negli anni, coinvolgendo associazioni e imprenditori, tra cui Fabrizio Grottaroli, in tutto il territorio nazionale. Michele Silvestroni ci racconta la sua storia che è, in primo luogo, quella di un genitore di un bambino autistico.

La sua storia…

“Il 29 Luglio 2011 sono diventato papà di un “bambino speciale” di nome Riccardoracconta Micheleaffetto da autismo che oggi ha 8 anni. Qualsiasi forma di disabilità che piomba in una famiglia è un terremoto incredibile che mina gli equilibri interni e spesso li spacca. Io sono riuscito a trasformare tutta la carica negativa che ti avvolge in questi casi, in grandissima energia che mi fa vivere la disabilità non come una diversità, ma come una grande ricchezza per chi, come me, la sa cogliere, convivendoci quotidianamente.

La mia “sfida personale” è di riuscire a scrivere un percorso di vita diverso per mio figlio e per tutti i suoi amici che in Italia sono 650.000. Sono il responsabile del Centro Italia e ho creato in quasi tre anni di attività: 3 centri nelle Marche, 1 centro in Umbria e chiuderò entro la fine di quest’anno anche un progetto in Emilia Romagna, a Cesena”.

Fare impresa nel SOCIALE

La grande forza dei progetti che vengono portati avanti da i Bambini delle Fate sta nelle PERSONE, nella loro sensibilità e solidarietà.
I nostri sostenitori, che sono solito chiamare “Capitani Coraggiosi”, sono gli imprenditoridice Michele – che decidono di distinguersi sposando la nostra causa e partecipando alla nostra campagna “Fare Impresa Nel Sociale”. 
Così si impegnano con un contributo economico mensile e costante a partecipare in prima persona a progetti di inclusione sociale nel proprio territorio, quello che toccano con mano grazie alle loro attività lavorative. Solo così riusciamo a garantire la qualità dell’intervento nei nostri ragazzi e riusciamo a migliorare la qualità di vita di tante persone seguendoli durante tutto il percorso di vita, là dove lo Stato è completamente assente e abbandona le famiglie a se stesse”.

Grottaroli per i Bambini delle Fate

Noi di Grottaroli Sas siamo partner da diverso tempo dell’iniziativa poiché crediamo fortemente che portare a termine qualsiasi lavoro o commessa, non sarà mai gratificante quanto prendersi a cuore un bisogno della comunità, dando aiuto concreto alle persone in difficoltà. Oggi siamo sempre tutti di fretta, presi da impegni e lavoro, e ci soffermiamo poco su ciò che davvero ci accade intorno, anche a pochi passi da noi.

“La Grottaroli Sas di Fabrizio Grottaroliprosegue Micheleè uno dei nostri più convinti sostenitori. Insieme a quello di altri imprenditori, il suo contributo ha permesso che a Fano, in zona Gimarra, nascesse un centro di eccellenza gestito dall’Associazione Omphalos Autismo e Famiglie Onlus con personale altamente qualificato. Educatori, logopedisti, psicomotricisti e un supervisore ABA seguono 45 bambini e ragazzi con autismo dai 3 ai 22 anni”.

Franco Antonello (Fondatore de i Bambini delle Fate), suo figlio Andrea e Michele Silvestroni al porto di Fano

Obiettivi futuri?

Nel 2020 ci trasferiremo in un centro fantastico di ben quattro piani che ci è stato donato in comodato d’uso dalle suore Zavarise a Fano, di fronte al vecchio pronto soccorso, che ci permetterà di poter formare nel tempo una vera e propria comunità sociale che sarà strutturata anche per dare lavoro ai ragazzi con disabilità. Il tutto sarà reso possibile anche grazie a nuovi imprenditori che vorranno fare parte della squadra”.

La parola a Fabrizio Grottaroli

Quando ho conosciuto Michele Silvestronidice Fabrizio Grottaroli, Titolare di Grottaroli Sas – ho avuto l’impressione di trovarmi davanti ad una persona sincera, che si stava impegnano in un ambizioso progetto che, da padre, lo coinvolgeva in prima persona. L’ ho ascoltato con attenzione ed ho deciso di sostenere la causa che reputo davvero nobile. Nel nostro territorio mancava aiuto concreto per i tanti bambini e ragazzi affetti da autismo, oggi questo aiuto è arrivato.

Avete visto il video e anche voi volete diventare sostenitori dell’associazione?

Fate click QUI

2019-11-25T14:46:29+00:00 25 novembre 2019|Comunicazioni aziendali|