Tutta la solidità del multistrato

Il legno multistrato è un semilavorato, realizzato con vari strati di legno sovrapposti e incollati fra loro. Si ottiene unendo più strati di legno sfogliati dall’albero, cioè attraverso un procedimento effettuato con apposite macchine di tranciatura o di tornitura dei tronchi. Grazie a questi appositi macchinari si realizzano dei pannelli di legno sottilissimi, il cui spessore varia da 1 a 3 mm. Gli strati vengono poi sovrapposti ed incollati tra di loro. La sovrapposizione delle fibre avviene in modo alternato così da conferire robustezza al pannello, evitando che si pieghi.

Il multistrato si ottiene con minimo cinque strati di legno incollati tra loro ed è questo che lo rende molto solido. Il numero dei pannelli sovrapposti è sempre dispari per far sì che si abbia lo stesso verso fra il primo e l’ultimo pannello, per renderlo più stabile. I tipi di legno usati per la realizzazione del multistrato sono il pioppo, l’abete e la betulla, perché sono legni teneri che si tagliano facilmente.

Quali caratteristiche?

Le caratteristiche del legno multistrato variano a seconda del tipo di legno usato, della colla e della tecnica di incollaggio scelta. Se si usano colle melaminiche o fenoliche cioè resistenti all’acqua, avremo un multistrato impermeabile e molto resistente all’umidità e alla salsedine e quindi un tipo di legno che può essere usato per l’esterno o per le barche ed è il cosiddetto multistrato marino.

Il multistrato marino: ambiti di impiego

Leggero, duttile, facilmente lavorabile, la sua resistenza all’azione dell’acqua e dell’umidità gli permette di trovare un’ideale applicazione in tutti gli ambienti che necessitano di particolare cura da questo punto di vista. Utilizzato in edilizia, ideale per l’ambito nautico, con il vantaggio di equilibrare la trasmissione delle vibrazioni e del calore, il multistrato marino è un materiale molto versatile anche dal punto di vista della sua lavorazione estetica e raggiunge il più alto livello di qualità quando viene ricavato da un legno pregiato come l’Okumè.

Leggi il nostro articolo sull’Okumè

È indispensabile negli ambienti di tipo nautico per creare rivestimenti di vario genere, ma anche per completare e rifinire l’arredamento dei camper ed è ideale nella definizione funzionale ed estetica dei locali delle Spa e, in particolare, della zona dedicata alla sauna.

Nell’edilizia viene usato per realizzare coperture esterne, considerata anche la sua capacità di isolamento termico e acustico.

Utilizzato come rivestimento per porte e portoncini blindati, diventa la prima scelta quando si tratta di contrastare in modo efficace l’azione di un clima particolarmente umido.

2020-11-11T15:09:01+00:00 11 novembre 2020|Comunicazioni aziendali|